Questo sito utilizza i cookie per migliorare la sua esperienza di navigazione del nostro sito ed eventualmente per inviarle pubblicità e servizi in linea con le sue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie.

HO CAPITO

Home    |    Chi siamo    |    I nostri vini    |    Sette Terre    |    Gallery    |    Store    |    Contatti    |    Accedi/Registrati

Caminella


L'Azienda Agricola Caminella si trova all'inizio della Val Cavallina, in una fortunata cerchia di colline a pochi chilometri a nord di Bergamo. I vigneti sono adagiati sul fondo del "Sass de Luna", una pietra calcareo–marnosa ideale per lo sviluppo vegetativo della vite; inoltre, la felice esposizione a sud e il mite vento di Favonio compongono il microclima ottimale per la coltura della vite.

I tredici ettari di terreno della Caminella regalano sessantacinquemila bottiglie l'anno, ma soprattutto compongono un inno al gusto la cui melodia è data dalle note di sapore che armonicamente si fondono per offrire un'indimenticabile esperienza dei sensi.

L’azienda nasce dalla passione per il vino di una famiglia di imprenditori che dal 1989 al 1995 riesce a completare le strutture di ricezione, ma soprattutto la cantina di vinificazione e la barricaia scolpita interamente nella roccia e completamente sotto terra. La prima annata di produzione vera e propria riguarda l’anno 1996 e comprende ben sette prodotti diversi, diventati sei dopo qualche anno a discapito del moscato giallo passito ritornato in auge nel 2016 come vino da uve stramature.

La svolta arriva nel 2003, quando la voglia di innovarsi porta a compimento un appassimento forzato di 1000 mq quasi nascosto sotto la collina all’interno del quale appassiranno le uve moscato di Scanzo, ma soprattutto per la prima volta a Bergamo merlot e cabernet sauvignon che impreziosiscono insieme a una piccola percentuale di pinot nero il rosso di punta della casa, il Luna Rossa. Caminella prima anche nel vinificare in purezza il pinot nero, vitigno notoriamente ostico.

Pochi anni più tardi il cambio dell’enologo, arriva Enzo Galetti da Cremona mentre l’agronomo rimane Giacomo Groppetti, senza rivali in quanto conoscenza del territorio bergamasco.

Il 2016 segna un altro cambio di rotta, questa volta dedicato al rinnovamento dell’immagine sostituendo tutte le bottiglie ed etichette, ora all’altezza del vino custodito al loro interno.

Oggi la titolare Giovanna Terzi insieme a Simonetta, Francesco e Diego conducono orgogliosamente la Caminella con la voglia di primeggiare e tanti progetti in corso, valorizzando il territorio bergamasco attraverso una delle tradizioni italiane per eccellenza.